Recensione: Ci vediamo domani se non piove di Joanne Bonny

Avete mai cercato l’amore vero nelle stelle? E se fosse una veggente a darvi le risposte che cercate? Ecco quello che fa la protagonista del nuovo romanzo di Joanne Bonny, che tra una lezione di tip tap e l’altra rincorre quella predizione che la porterà a trovare l’uomo della sua vita.

Dopo aver amato il suo primo libro non potevo non correre a leggere anche il suo nuovo romanzo. Con Ci vediamo domani se non piove l’autrice conferma il suo stile fresco e leggero. Una vera e propria commedia romantica. Un romanzo scorrevole che mi ha salvata dall’ansia da “giorno prima degli esami”, quindi grazie Joanne.

Sara ha un’ idea precisa di come dovrebbe essere l’amore vero, quello perfetto, così come è stato quello fra i suoi nonni. Cieca così di fronte all’amore vero, che si sa, è pieno di ostacoli.

“Be’, le storie d’amore sono simili a una casa”
“Parti con i migliori propositi e le più rosee fantasie, dai per scontato che le tubature non cederanno e che nei vasi ci saranno fiori freschi tutti i giorni. Ma presto ti accorgi che non è così semplice mantenere la casa all’altezza delle tue aspettative. Un giorno al rientro la troverai disordinata, e sarai tu la causa di quella trascuratezza, mentre altre volte l’impianto elettrico fa capricci e non sarà dipeso da te. A quel punto dovrai decidere se vale la pena rimboccarsi le maniche e riparare i danni o se è meglio fare le valigie e cercare un’altra casa”

L’amore non è perfezione, ma una scommessa. Lo capirà anche Sara?