Recensione: Una storia straordinaria di Diego Galdino

Voi ci credete nel destino? Personalmente il mio mantra di vita è che nulla capita per caso.

Ed è proprio il destino che la fa da padrona nel romanzo “Una storia straordinaria” di Diego Galdino. Questa storia vi ci farà credere, almeno un po’, ma vi farà anche emozionare (almeno questo è quello che è successo a me!). Una scrittura scorrevole, delicata e poetica, insomma un romanzo degno di essere chiamato d’amore. Un amore che non vede, ma sente. Che va oltre gli occhi.

Così come per i futuristi il cinema aveva il potere di fondere sensazioni tattili, visive, sonore, olfattive, alla ricerca dell’opera d’arte totale, così un profumo che ti resta addosso, il gusto di un gelato, la musica che ti accompagna nei ricordi, un incidente che ti travolge a terra, lo sguardo verso il temporale, hanno influenza sull’amore.

I protagonisti di questa storia sono Luca e Silvia, la cui vita viene sconvolta da eventi che li porteranno a chiudersi in una propria bolla, e sarà proprio il destino che li aiuterà a rialzarsi.
Sembra di essere nel film “La risposta è nelle stelle” di George Tillman Jr., film dell’ononimo romanzo di Nicholas Sparks, come Sophia e Luke si riconoscono con uno semplice sguardo e sono uniti dal fato (Eh sì, Luca ha contagiato anche me!)

“E la cosa più bella era che in questa favola non c’era nessun cattivo, nessun orologio a scandire la fine della serata. Sarebbe stata lei e solo lei a decidere quando smettere di ballare con il suo principe azzurro.”

Ma in amore ci vuole anche coraggio. Il loro sarà tanto forte da riuscire ad andare oltre le loro paure?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...