Curiosità editoriale: 10 tips sulla storia di Giulio Einaudi Editore

Lo sapevate che?

  1. La casa editrice Einaudi nasce nel 1933 a Torino a opera di un gruppo di amici: Giulio Einaudi, Leone Ginzburg, Massimo Mila, Norberto Bobbio, Cesare Pavese.
  2. Un loro professore delle superiori li ha fatti appassionare verso temi sociali e politici, verso il libero confronto, la partecipazione democratica e la libertà.
  3. Nei primi anni Trenta vogliono rinnovare la cultura del Paese in senso opposto a quella che viene trasmessa dal regime. Verso tematiche e culture anche lontane, come quella ango-americana in quel periodo bandita.
  4. Data la natura collettiva della nascita della casa editrice mantengono come metodo di lavoro la discussione collegiale. Diventano di routine le riunioni del mercoledì.
  5. Nascono le prime collane riconducibili alla chiara impostazione antifascita. Così Giulio Einaudi viene arrestato nel 1933 e mandato al confino, ed altri esponenti subiscono misure restrittive. Una delle prime collane ad apparire è la “Biblioteca di cultura storica“, progettata da Leone Ginzburg (verrà assassinato dai nazisti nel 1944).
  6. Gli anni della guerra sono dura per la casa editrice. Un feroce bombardamento, pochi giorni prima del 25 luglio 1943, distrugge completamente la sede torinese.
  7. In quegli anni vengono progettate nuove iniziative editoriali e il gruppo si allarga a nuove personalità, tra cui Vittorini, sotto la guide del quale nasce nel 1945 “Il Politecnico“, che avrà vita breve ma porterà avanti la battaglia per il rinnovamento della cultura e l’indipendenza culturale.
  8. Nel 1947 esce “i Millenni“, una collana dedicata ai grandi classici della letteratura e guidata da Pavese.
  9. Gli anni Settanta sono quelli dell’ingresso in massa dei giovani all’università. In questo periodo viene varato un coraggioso lancio di grandi opere, in più volumi, tra questi primeggia la “Storia d’Italia” diretta da Romano e Vivanti, e collane/opere di poche pagine come le “Centopagine“, ideata da Calvino.
  10. Nel 1994 l’Einaudi viene acquisita dal gruppo Mondadori.



Fonte: Breve storia dell’editoria italiana di Michele Giocondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...