Recensione: L’eleganza del riccio di Muriel Barbery

Renée Michel è la portinaia del numero 7 di rue de Grenelle, una delle vie più ricche di tutta Parigi. È lì da ventisette anni, conosce tutti gli inquilini degli otto appartamenti, ma nessuno considera la sua esistenza: è un’invisibile, a cui si rivolgono talora in maniera scortese e a stento la salutano. Ma a lei va bene così.

Ogni giorno sceglie infatti di interpretare la parte della stupida, scorbutica, la classica portinaia, anche se non la rappresenta per niente. Renée è infatti una studiosa autodidatta che ama passare il suo tempo libero a leggere Kant, Marx e Hursell. È appassionata dell’arte e del cinema, in particolare di quello giapponese, e passa le sue giornate in compagnia del suo gatto Lev (in onore di Lev Tolstoj) e della sua unica amica Manuela.

Paloma è una giovane inquilina dello stabile e da adolescente inquieta vuole fuggire dal mondo che la circonda fino a pianificare il suo suicidio; i suoi familiari non riconoscono la sua sottile intelligenza e anzi la reputano strana.

Queste sono le protagoniste de L’eleganza del riccio, best-seller di Muriel Barbery. Un romanzo che ci stimola a guardare le persone, liberi dai pregiudizi dell’apparenza e alla ricerca della loro intimità più profonda. La trama, infatti, è lenta e scorre attraverso i ragionamenti di Renée e Paloma, ognuna delle due, in un modo o in un altro, tende a rifugiarsi in una propria realtà per lasciare il resto fuori.

Questo romanzo però ci fa mettere in discussione. Nella società contemporanea infatti tutto dipende da come si appare, da come ci comportiamo, da quali sono le nostre origini. Attenersi all’apparenza è diventata una legge non scritta per la nostra superficialità.

Ma quando meno te lo aspetti, arriva qualcun* che è disposto a guardare oltre e a vedere chi siamo veramente, e allora tutto può prendere un’altra improvvisa e incantevole forma…


Link affiliato Amazon per acquistare “L’eleganza del riccio”: https://amzn.to/39MQDyD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...