Allodoxia e quarti di nobiltà, in La distinzione. Critica sociale del gusto di Pierre Bourdieu

La distinzione. Critica sociale del gusto è uno di quei libri che si faticano a finire, ma che lascia tanto su cui riflettere. Scritto nel 1979, segnò una svolta negli studi sociologici, estetici, d’arte e cultura che Pierre Bourdieu tocca in modo radicalmente nuovo.

La sua ricerca nasce nella metropoli francese e potrebbe essere adatta a tutte le grandi città in cui vi sia visibilmente un minimo di stratificazione sociale ed espressione del gusto come marchio distintivo di una propria classificazione in un dato contesto storico.

Abbiamo a che fare con uno di quei libri in cui parole come “Allodoxia” e “Habitus” potrebbero spaventare i non addetti ai lavori, ma altro non sono che tecnicismi per raccontare come l’uomo si muove nel contesto sociale in cui, sin dalla nascita, viene immerso e grazie al quale riesce a designare la propria traiettoria di vita.

L’identità sociale si definisce e si afferma nella differenza.

Una citazione che oggi sa di inclusione sociale, sostenibilità digitale e differenziazione culturale. Non è un caso che l’Habitus, cucito su misura sul proprio corpo intellettivo, rappresenti, in qualche modo, la trasposizione della propria personalità nel cosiddetto “Campus”.

Per quanto riguarda l’Allodoxia essa consiste nel credere di poter effettuare un’ascesa sociale nella stratificazione di classe. Tratta in Bourdieu, come, una percezione errata delle proprie possibilità, corrisponde ad una sopravalutazione della propria persona, delle proprie competenze e delle proprie capacità: un quarto di nobiltà!

La sezione dedicata al Capitale Culturale rimanda alla natura umana di nascere in un contesto familiare in cui i “beni di famiglia” diventano le basi per la formazione della propria cultura e delle scelte di consumo e di mercato.

La ricerca, tradotta in un saggio che tenta di analizzare a pieno le caratteristiche sociali di una Parigi del Novecento, oggi più che mai torna utile per una rilettura della società odierna, che muta le sue forme, ma mai la sua natura.

Serafina Di Lascio

Il libro è disponibile su https://amzn.to/2OtAW7i

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...