Thomas Mann: Tonio Kröger

Grandissimo esponente della letteratura tedesca di inizio novecento, Paul Thomas Mann, conosciuto solo con il nome Thomas, Premio Nobel per la letteratura nel 1929, nasce nel 1875 a Lubecca. Suo padre, oltre ad essere un ricco commerciante di cereali, era console d’Olanda, sua madre era brasiliana e appassionata di musica. Mann non era uno studente brillante, ma mostrò da subito un talento e una grande passione in ambito letterario letterario.

Tema fondamentale della sua poetica è il conflitto “vita e arte”, inteso come tentativo di far conciliare questi due mondi che per la società dell’epoca non erano assolutamente compatibili. Questo tema stava molto a cuore ai giovani letterati già della seconda metà del ‘700 (ricordiamo gli sturmer, i giovani borghesi letterati) e lo ritroviamo in moltissimi autori tedeschi, quale lo stesso Goethe (di cui lo stesso Mann è grande ammiratore).

I giovani borghesi, infatti, vivevano un vero e proprio conflitto generazionale alla ricerca del loro posto, il loro ruolo come individui nella società.

TONIO KRöGER

Breve racconto, pubblicato nel 1903, Tonio Kröger è l’emblema della poetica di Mann.

Il giovane Tonio sin dalla prima infanzia mostra un notevole interesse ed una sensibilità per l’arte e la letteratura molto diversa da quella dei suoi coetanei e questo lo porterà a sentirsi da sempre un grande emarginato.

Qualcuno disse che l’animo degli scrittori è destinato alla dannazione, all’eterna alienazione e senso di frustrazione datogli dalla vita; non c’è pace, non c’è tregua… relegati alla loro assoluta “diversità” per la loro sovrumana sensibilità.

I temi fondamentali del racconto sono l’estrema sensibilità del giovane Kröger, il quale, sin da fanciullo, si rende conto di avere una dote letteraria fuori dal comune, al di sopra dei suoi coetanei, che ricercano, nelle convenzioni sociali, l’unico scopo della vita; tale differenza lo porterà a soffrire molto e ad essere estremamente infelice.

L’alienazione: il protagonista vivrà in maniera marginale: questo è il destino dei letterati, stare sullo sfondo poiché pochi sono i suoi simili…

Senso di abbandono, sensibilità letteraria vi catapulteranno nella psicologia di un autore che ha dipinto un conflitto interiore davvero intenso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...