3 dicembre: Marta Mancuso

Sotto la terza finestra del Calendario dell’Avvento Romance troviamo l’autrice Marta Mancuso con l’incipit del suo nuovo romanzo, Cafè Opéra.


Cafè Opéra di Marta Mancuso

– Incipit

Burro fuso a filo e farina setacciata sul composto appena preparato, uniti da poche mescolate con movimenti circolari e delicati, dal basso verso l’alto. Non mi resta che incorporare gli albumi a neve, prima di infornare il Biscuit Joconde per la mia torta Opéra.
Cucinare alle sei del mattino il mio dolce preferito mi rilassa oltre ogni dire. Non è un caso che abbia dato il suo nome alla mia pasticceria, né che questo piano di lavoro in acciaio inox abbia visto più torte Opéra di qualunque altra industria dolciaria di Parigi.
Imposto il timer del forno a otto minuti e mi concedo un respiro profumato al cioccolato che ho appena sminuzzato. Il silenzio in cui mi sono rifugiata svanirà tra meno di un’ora, quando il resto della brigata si unirà a me per le preparazioni natalizie, ma è proprio questo, il momento che prediligo della giornata. Soprattutto dopo una serata impegnativa come quella di ieri.
Discutere con mia madre mi svilisce. All’alba dei miei ventinove anni, dovrebbe conoscermi abbastanza bene da sapere che alcuni commenti mi indispongono; eppure, all’avvicinarsi delle festività, lei arriva puntuale con la sua predica sull’importanza di creare una famiglia e non pensare sempre e solo al lavoro. Peccato che io ami ciò che faccio. Ho dato vita a un’attività soddisfacente e redditizia, che non può essere registrata come un figlio, ma che per me ha la stessa valenza. I sacrifici per arrivare fin qui mi sono costati ben più di nove mesi di gestazione, sia in termini di tempo che di fatica, per cui non permetto a nessuno di svilire i miei sforzi. Non è da tutti aver frequentato le migliori scuole d’arte culinaria e aver ricevuto premi di prestigio nazionale alla mia età, ma la mia passione e la mia determinazione ce l’hanno fatta.
Il mio orgoglio è vantare una squadra di dieci persone e un laboratorio che produce prelibatezze non solo per la clientela del cafè, ma anche per le grandi cerimonie. Per quanto riguarda l’amore di un compagno, posso già usufruire di tutti i tipi di zucchero esistenti in commercio, non ho bisogno di altro. Le persone deludono, i dolci no. È una conclusione a cui sono giunta dopo un’esperienza che ha rischiato di costarmi la sanità mentale. Non metterò in discussione le certezze acquisite, mia madre farà meglio ad accettarlo.

Trovate il romanzo cliccando qui (link affiliato).
Pagina autrice: Marta Mancuso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...